Come curare la cellulite

Visto che la cellulite è una patologia ben nota, quando i sintomi sono molto pesanti o persistenti conviene affidarsi alle cure di personale esperto, seguendo delle terapie che ci permettono di eliminare, o almeno di limitare, questo fastidioso disturbo. Trattandosi di una patologia, conviene affidarsi a mani esperte, evitando il fai da te.

I massaggi
I massaggi contro la cellulite sono di diversi tipi, alcuni dei quali possono anche essere effettuati a casa, anche se l’esperienza di un professionista sicuramente è di maggiore aiuto contro questo disturbo. Contro la cellulite spesso si preferiscono massaggi drenanti, che favoriscono il microcircolo e la circolazione linfatica, in modo da far defluire la gran parte dei liquidi in eccesso presenti al di sotto del derma. Nei centri specializzati si sottopongono le pazienti anche a massaggi che tendono a riattivare la circolazione ed a rompere gli accumuli di grasso, per poi stimolarne l’espulsione. Un massaggio molto diffuso viene detto Massaggio del Fuoco, e consiste in manipolazioni effettuate allo scopo di riscaldare l’area colpita dalla cellulite, per riattivare rapidamente la circolazione. L’automassaggio in genere si effettua con apposite apparecchiature, che ne favoriscono il funzionamento. Presso un centro estetico o medico è possibile trovare maggiori informazioni sul massaggio anticellulite, per poter scegliere quello più indicato caso per caso.

Terapie mediche
La cellulite può diventare anche una patologia invalidante, tanto che oggi sono disponibili diverse terapie mediche. Alcune prevedono l’utilizzo di farmaci per via sistemica, o anche tramite applicazione locale o intradermica. I principi attivi che si utilizzano permettono di disgregare i noduli che costituiscono la cellulite, in modo da poter poi eliminare i liquidi e le cellule adipose di cui sono formati. Una terapia molto diffusa è la mesoterapia, che si avvale dell’utilizzo di diverse tipologie di farmaci, che vengono direttamente iniettati nelle zone colpite dalla cellulite. I farmaci possono avere effetto drenante, lipolitico, antiinfiammatorio, e vanno scelti a seconda delle condizioni e della gravità ella cellulite da trattare. Sono disponibili moltissime altre terapie mediche, come ad esempio la cavitazione, una terapia innovativa che si avvale dell’utilizzo di uno strumento che funziona con gli ultrasuoni.

Farmaci
Sono disponibili in commercio anche diversi farmaci contro la cellulite. Alcuni prodotti, spesso di origine vegetale, possono essere assunti per bocca, e sono quindi disponibili in compresse o capsule. La cura in questi casi tende ad essere molto lunga. Spesso si preferisce utilizzare i farmaci localmente, sotto forma di oli o creme, che vanno massaggiati dove la cellulite si annida.

Carte di credito sul web

Il siti web specifici per carte di credito permettono di confrontare le carte di credito dei circuiti principali internazionali, mediante una gratuita comparazione gratuita che aiuterà a trovare la tariffa e il canone maggiormente conveniente, visualizzando i prezzi in base alle proprie preferenze e richiedendone l’attivazione online direttamente.

Vantaggi di una carta di credito

Disporre di una carta di credito significa anche usufruire di tariffe interessanti e sconti sui vari acquisti. Sicuramente la carta elettronica rappresenta la comodità, permette difatti, il pagamento senza contante, e di spendere cifre pure superiori alla disponibile liquidità del momento, saldando poi la cifra in toto oppure a rate.

Su www.cartedicreditosulweb.it è possibile visualizzare i vantaggi delle carte disponibili ed essere così sempre aggiornato sulle novità relative.

Per ciascuna carta di credito saranno indicate le relative caratteristiche e condizioni per ottenerle, così da poter scegliere l’offerta più adatta alle proprie necessità.

Si può inoltre decidere di attivare la carta direttamente online e confrontarne le diverse tipologie, valutando carte prepagate, carte di credito a saldo, carte revolving, carte conto corrente e carte senza conto corrente.

Come trovare la carta di credito migliore

Ecco come confrontare le proposte di carte di credito in passaggi e comodamente da internet. Innanzitutto basta confrontare le offerte suggerite dal sito web dedicato, personalizzando la propria carta e scegliendo le caratteristiche indicando le operazioni annue secondo le proprie abitudini.

Basta poi richiedere la carta, dopo aver valutato le caratteristiche delle offerte di carta di credito e trovare la banca che proponente la soluzione più adatta.

Richiedendo ed attivando la carta con la banca che si desidera, direttamente online, si avrà un risparmio di tempo ed anche di spese, perchè le offerte on line sono davvero molto convenienti.

Sul web si compara quindi agevolmente le migliori carte di credito del mercato, in modo gratis e senza impegno, confrontando in modo imparziale e trasparente le migliori offerte delle banche, senza fornire alcun dato per il confronto delle carte di credito ed inoltre i sistemi sono protetti con i massimi standard di sicurezza.

Carte di credito e di debito

Si parla spesso di carta di credito e di debito, ma qual è la differenza? La prima è associata a una linea di credito, quale il conto corrente aperto presso la banca emittente) e le spese effettuate mediante la carta vengono saldate successivamente, in una soluzione unica il mese successivo o in più rate.

La carta di debito, invece, definita spesso carta Bancomat, è obbligatoriamente collegata a un conto corrente, eccetto che si tratti di una ricaricabile e permette di eseguire operazioni come il prelievo di contanti oppure il pagamento presso negozi dotati di POS. Ogni transazione effettuata prevede il diretto addebito sul conto corrente.

Italiani e investimenti: come se la cavano? Risultati dal sondaggio

Gli italiani sono in grado di investire correttamente il proprio denaro? Ormai si sente sempre più spesso parlare di modalità sicure di investimento ma è certo che gli italiani siano da ritenere investitori consapevoli?

Alcune volte, navigando per il web, si possono trovare delle interessanti iniziative, come quella della Banca d’Italia che ti presentano un quadro generale sul tipo di investitore. Ne sono emersi alcuni dati che fanno ben capire che gli italiani in qualche modo, in ambito finanziario, se ne intendono.

Il sondaggio pubblicato da www.corrieredeititoli.com , chiedeva agli intervistati alcune cose:

  • quali nozioni avevano in ambito di investimenti;
  • quanto erano informati sul potere di acquisto e sulle sue variazioni;
  • la conoscenza nel campo dei mutui e degli interessi applicati ad essi;
  • che tipo di investimenti avevano adottato.

Il campione degli intervistati rappresenta le famiglie italiane che hanno scelto la strada degli investimenti per far fruttare i propri risparmi. I capofamiglia sono stati chiamati a rispondere e a rappresentare il proprio nucleo.

Il 60% degli intervistati ha risposto con esattezza e precisione a tutte le domande che gli sono state presentate. E’ un dato rassicurante perché spesso si pensa che le famiglie si possano far abbindolare dalle promesse di guadagno.

Si tocca il 70% di risposte corrette quando le domande si spostano sul concetto di potere di acquisto. Gli italiani sono informati sulle possibili variazioni che il potere di acquisto può avere.

Si abbassa leggermente la percentuale delle famiglie italiane che sono al corrente delle varie offerte che si possono trovare nell’ambito dei mutui. Solo il 58% è al corrente che esistono varie opzioni di mutuo tra cui scegliere come il mutuo a tasso fisso o quello a tasso variabile; va detto che esistono anche i mutui a tasso misto con tutta una serie di alternative tra cui scegliere e che si adattano alle esigenze economiche dei nuclei familiari, soprattutto in un momento di grandi difficoltà monetarie.

Un dato non troppo rassicurante riguarda quello emerso dalle domande sugli investimenti. Solo il 50% degli italiani intervistati è a conoscenza della possibilità di effettuare investimenti diversificati.

Un investimento diversificato vuol dire scegliere di investire contemporaneamente su più fronti. Quando si ha a disposizione un certo capitale, e non necessariamente un capitale elevato, è sempre bene cercare di suddividere gli investimenti su più prodotti finanziari.

La diversificazione degli investimenti determina una minore possibilità di fallimento o di perdita di parte del capitale investito.

Esistono diverse occasioni di far fruttare il capitale e allo stesso tempo di non rischiare.

Tra gli investimenti più sicuri, oltre ai Titoli di Stato, si trovano i conti deposito. Questi, soprattutto nello scorso anno, hanno avuto un gran successo proprio perché reputati prodotti sicuri.

Ma anche in questo caso, è sempre bene scegliere vari conti deposito e di conseguenza varie banche. Sono sicuri, ma come ogni forma di investimento compresi i Titoli di Stato, anche il conto deposito potrebbe non funzionare come dovrebbe.

Ma quali sono i soggetti che si sono prestati a rispondere a queste domande?

La media di età degli intervistati è intorno ai 45 anni; quelli che hanno risposto con maggiore cognizione di causa sono state le persone con un’età superiore ai 64 anni. Anche le persone con un’età media di 35 anni hanno dato delle risposte abbastanza veritiere.

Insomma, un sondaggio che apre gli occhi sulle famiglie investitrici e che ci fa capire che sono persone informate.

Sognare di rubare

Se l’azione principale del nostro sogno è quella di rubare un oggetto vuol dire che nella nostra vita ci manca tremendamente qualcosa di cui abbiamo bisogno. Nell’interpretazione sogni, ecco allora che l’inconscio ci comunica una reale esigenza connessa ad un desiderio profondo.
La mancanza viene esorcizzata attraverso l’atto di rubare. Infatti rubare nei sogni simboleggia senza dubbio la voglia di avere qualcosa che ci manca non solo dal punto di vista materiale ma anche spirituale, legato cioè alla mancanza di un affetto che abbiamo perduto recentemente. Ecco allora che rubare rappresenta un modo per rivendicare il nostro legame negato nella vita reale. Rubando non facciamo altro che sottrarre qualcosa a chi non sa apprezzare come noi il possesso.
In alcuni casi questo comportamento viene associato al desiderio di cambiamento che caratterizza la nostra vita. Nel sogno rubando un oggetto significa che abbiamo individuato cosa manca nella nostra vita e vogliamo prenderlo in modo da poter vivere con maggior serenità le nostre aspirazioni. Infatti solitamente chi ruba in un sogno è perché ambisce ad essere in un modo diverso da come è nella vita.
Questo sogno assume significati differenti se conseguentemente all’atto di rubare accadono una serie di eventi. Ragion per cui se qualcuno ci scopre nel momento in cui abbiamo rubato qualcosa, significa che dentro di noi sta maturando una sotterranea paura di deludere qualcuno per un nostro necessario cambiamento; se invece il nostro gesto appare impunito, vuol significare che viviamo nella convinzione che il nostro bisogno sia di vitale importanza per la nostra vita.
Appare fondamentale lo stato d’animo con cui viviamo nel sogno l’atto di rubare laddove un sentimento di paura indica il nostro disagio di fronte ad un radicale capovolgimento della nostra vita, mentre una totale dimestichezza e tranquillità suggeriscono la nostra determinazione nell’ottenere ciò di cui abbiamo bisogno.

In Viaggio a Cave (Roma)

Oggi vi portiamo a Cave, in provincia di Roma, caratteristico paese alle pendici dei sempreverdi Monti Prenestini. Cave nasce probabilmente come avamposto militare dell’antica Praeneste, nobile ed importante cittadina all’epoca dell’Antica Roma. Nel 971 dC. Si ha traccia di Cave (ove sorgeva il Castello Castrum Cavarum) come di un punto strategico militare, ragion per cui è sempre stata terreno di scontro, per il suo controllo, da parte delle varie famiglie nobili locali, interessate alla supremazia territoriale. Del Castrum Cavarum, non c’è più traccia. Sul terreno ove è esistito, attualmente sorge il Santuario della Madonna del Campo.
La data storica piú importante vissuta da Cave è stata quella tra il 13 ed il 14 settembre 1557, giorni in cui fu firmata `la pace di Cave`, che sanciva il termine delle ostilità tra il papato e il re di Spagna e che aveva bagnato con il sangue di migliaia di soldati e civili le terre laziali.

Cave oggi offre ai suoi visitatori dei bellissimi sentieri naturali da fare a piedi che portano dal basso del paese alla sua “Rocca” a circa 900 metri di altezza s.l.m.
Attraverso cave passa anche la Via Francigena del Sud, percorribile a piedi o con una buona mountain bike. Vi sgorga l’acqua della Fonte di Santo Stefano, rimedio efficace contro la pressione alta. La fonte è accessibile al pubblico e il prelievo con bottiglie è gratuito.

Questo paese confina direttamente con Valmontone da cui dista appena 7-8 Km.
Eventi a Cave
SAGRA DELLA CASTAGNA: L’ultima domenica di ottobre si svolge la sagra della castagna, prodotto tipico locale, favorito dalla presenza di vasti boschi di castagni secolari.

TRATTATO DI PACE: Si svolge la domenica intorno al 13-14 settembre e rievoca il trattato di pace tra il papato ed il re di spagna. Durante la manifestazione sfilano cortei in costume d’epoca, gare di abilità con la balestra e con gli archi, si esibiscono gli sbandieratori e si da vita alla rievocazione della firma che sancisce la fine delle ostilità.

VENERDÍ SANTO: Evento che si svolge il venerdí prima di Pasqua, viene rappresentata una lunga processione che è ad avere fino a mille figuranti in costume storico, rievocanti l’antico ed il nuovo testamento. Alla fine della processione va in scena la rappresentazione della passione di Gesú e la crocefissione. Lo scorso anno la processione e la rievocazione hanno avuto l’onore di essere rappresentati anche nell’ambiente esclusivo del parco giochi Magicland di Valmontone

ARTISTI DI STRADA: Una manifestazione che si tiene al ridosso della sagra delle castagne, indicativamente a metà ottobre, in cui si radunano numerosi artisti di strada che per un intero fine settimana animano il centro storico del paese con giochi di prestigio, saltimbanchi, musicisti, teatranti e intrattenitori di bambini.

I Musei di Cave
Il Museo dell’arte contadina e dei mestieri: è ospitato all’interno di una sala della Parrocchia di San Carlo Borromeo.
È stato fortemente voluto dai cittadini. L’idea è nata da alcune persone che hanno iniziato con il lanciare l’idea e a girare tra la gente chiedendo se avessero gli antichi attrezzi di un tempo. L’idea è piaciuta talmente tanto che la popolazione ha risposto alla grande recandosi presso il punto di raccolta a consegnare gli oggetti in loro possesso. È un museo didatticamente molto interessante perchè permette di conoscere i mestieri e gli attrezzi di un tempo e rendersi conto di come tali oggetti si siano evoluti nel tempo, fino ai giorni nostri.

Il Museo Ferri: Un’opera ciclopica realizzata dal maestro Lorenzo Ferri è ospitata nell’ex convento degli Agostiniani di Cave, oggi sede del Comune.
Si tratta della realizzazione di in presepe monumentale con statue alte ben 4,10 metri il quale detiene il record mondiale per il presepe con i personaggi piú alti del mondo.
Lorenzo Ferri, nato nel 1902 e morto nel 1975 è stato l’autore del famoso monumento a Trilussa visibile a Roma in Trastevere.
Per soggiorni a Cave, visitare il sito www.magicvalmontone.it

Sfruttare le statistiche del sito per capire i bisogni dell’utente

Un sito Internet con elevato traffico si distingue da un altro con pochi accessi semplicemente in base al fatto che il primo probabilmente riesce ad intercettare a pieno quelle che sono le preferenze di chi naviga, mentre l’altro non è ancora riuscito a adeguarsi ai bisogni dell’utente in quanto questi bisogni non sono stati ancora ben compresi. Ed allora, come capire sul web quelli che sono i bisogni dell’utente?

Ebbene, il monitoraggio dei visitatori attraverso l’analisi delle statistiche del sito web è un’attività fondamentale e strategica da svolgere periodicamente in quanto, per esempio, è importante sapere come l’utente ci abbia trovato, con quale motore di ricerca e con quale parola o frase. Per il monitoraggio dei visitatori c’è di conseguenza bisogno di un programma professionale che permetta in tempo reale, complessivamente così come pagina per pagina, quanti sono i visitatori unici, quali sono le pagine più viste e per quanto tempo i visitatori si soffermano su ogni singola pagina web.

Inoltre, è altrettanto importante che il programma professionale di monitoraggio delle statistiche dei visitatori permetta di risalire alla percentuali di utenti che ritornano sul sito, alle pagine da dove sono arrivati ed a quelle in corrispondenza delle quali abbandonano la navigazione. Importante è anche sapere da quali città e da quali stati i visitatori collegandosi alla Rete accedono al nostro sito.

Sfruttare le statistiche del sito, per capire i bisogni dell’utente, porterà nel tempo a migliorare il cosiddetto tasso di conversione, ovverosia ad una crescita degli accessi unitamente a maggiori ritorni in termini pubblicitari, se per esempio sono presenti i banner ed i link AdSense di Google, oppure in termini di vendite se sul portale è stata implementata una piattaforma di e-commerce.

Uno dei tool più utilizzati per il monitoraggio professionale delle statistiche di accesso ad un sito Internet è Google Analytics. Trattasi di un applicativo online, peraltro gratuito, che offre per quel che riguarda l’analisi delle statistiche di accesso tutta una serie di strumenti evoluti includendo, tra l’altro, anche i rapporti social, ovverosia i dati relativi ad accessi al sito attraverso i social network. Google Analytics, tra l’altro, è uno dei tool di monitoraggio professionale delle statistiche di accesso ad un sito più utilizzati al mondo in quanto è integrato con il programma AdWords, e questo permette agli utenti di poter analizzare in tempo reale le campagne di advertising online riuscendo così a massimizzare le conversioni. Come web agency possiamo aiutarvi a capire come massimizzare le conversioni e quindi il CRO.